Studio legale Alessandria

La comunicazione è un’arte piuttosto che una scienza e capacità di comunicazione efficaci sono essenziali per gli operatori del diritto. Scrivere lettere di consulenza ed e-mail, partecipare a riunioni, rappresentare i clienti in tribunale o informare gli avvocati: l’elenco potrebbe continuare. Tuttavia, una comunicazione efficace con i clienti non è qualcosa a cui la maggior parte degli avvocati pensa molto. E questa tendenza inizia nella facoltà di giurisprudenza, dove l’attenzione tende a concentrarsi sul diritto sostanziale e sulla teoria giuridica. Tuttavia, per molti avvocati, capacità di comunicazione adeguate non sono naturali e devono essere apprese.

 

Dal momento che gran parte della giornata di un avvocato viene spesa comunicando, gli avvocati non possono permettersi di essere dei poveri comunicatori. Ciò significa che gli avvocati devono capire come trasmettere in modo efficace un messaggio assicurandosi che il destinatario comprenda l’intenzione e lo scopo dietro il messaggio, come fa lo studio legale Alessandria.

 

Una comunicazione efficace riguarda come dici qualcosa, perché lo dici, quando lo dici, il tuo linguaggio del corpo e cosa non dici. È facile per gli individui avere l’illusione di aver comunicato e stabilito aspettative chiare, mentre la realtà è molto diversa.

 

‘Il problema più grande nella comunicazione è l’illusione che si sia verificata.’

​​​​​​–  George Bernard Shaw

 

Ci sono due ragioni principali per cui gli avvocati devono essere dei comunicatori efficaci: una comunicazione efficace fa risparmiare tempo e denaro a te (e ai tuoi clienti) e migliora le relazioni con i clienti.

 

Se sei un comunicatore efficace, riduci il rischio di incomprensioni, sia all’interno del tuo studio che con i tuoi clienti e con i tuoi colleghi. I malintesi possono essere costosi e talvolta costosi da risolvere, qualcosa che tu e i tuoi clienti vorrete evitare. Una comunicazione efficace garantisce che tutti siano consapevoli di ciò che ci si aspetta da loro e delle azioni che devono intraprendere.

 

Non si può sottovalutare quanto sia importante la fiducia nel rapporto avvocato-cliente. Comunicare efficacemente con i tuoi clienti significa promuovere una maggiore fiducia nelle tue capacità di avvocato. Ciò porta a una migliore soddisfazione del cliente e riduce il rischio che vengano presentati reclami contro di te. Un cliente felice è anche una buona fonte di affari ripetuti e probabilmente ti darà buoni referral.

 

Gli avvocati dovrebbero considerare i seguenti aspetti:

 

Comunica in modo chiaro e spesso

 

È facile che le cose si perdano nella traduzione, quindi fare uno sforzo deliberato per assicurarsi che il cliente capisca cosa sta succedendo può fare molto per evitare inutili avanti e indietro o incomprensioni.

 

Stabilisci le aspettative dall’inizio

 

Stabilire aspettative chiare con i tuoi clienti può aiutare a inquadrare la loro esperienza ed evitare delusioni.

 

Servirai al meglio i tuoi clienti quando sarai al meglio, quindi definire in anticipo le aspettative di disponibilità è la chiave per assicurarti di prenderti cura di te stesso mentre soddisfi le esigenze dei tuoi clienti.

 

Investi nello sviluppo delle tue capacità interpersonali

 

Contrariamente alla credenza popolare, i clienti non vengono da te solo per la tua conoscenza enciclopedica della legge. Un po’ di empatia può fare molto, in particolare in questioni ad alto stress ed emotivamente instabili come il divorzio, il fallimento o la difesa penale.

 

Il servizio del tuo studio legale è importante tanto quanto i risultati legali che fornisci. I tuoi clienti hanno esigenze legali, ma anche emotive, e questo vale per tutte le aree di pratica.

 

Ascolta, ascolta, ascolta

 

Potresti pensare che la comunicazione con i clienti riguardi la consulenza legale, ma spesso ciò di cui i clienti hanno veramente bisogno è che tu li ascolti. Succede troppo spesso che gli avvocati intervengano e condividano i loro pensieri prima di aver veramente compreso il problema, il che può far sentire i clienti come se non fossero veramente ascoltati.