La pizza è quel piatto che tutti amano e che è sempre un piacere mangiare. Da una semplice Margherita a diversi ingredienti come topping, ogni occasione è quella giusta per godersi una pizza, ancora meglio se a circondarci è una valle alpina, immersa nella natura più verde.

Il pizzeria Val Sesia, “Rovafrà”, è il luogo ideale in cui rilassarsi con la propria pizza davanti.

 

Storia della pizza

La pizza ha origine nel 1535, ma è dal 1600 che inizia a prendere forma come noi la conosciamo oggi. Si trattava di un impasto di pasta per pane che veniva cotto in un forno a legna, e con un condimento composto da aglio, strutto e sale grosso. Dopo la scoperta dell’America, in Italia vennero importati i pomodori e dopo un po’ di tempo si iniziarono a usare come condimento per la pizza così come si fa ancora ai giorni nostri. Solo nel 1800 approda anche la mozzarella sulla superficie della pizza.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale questa pietanza inizia a diffondersi anche al nord Italia e poi, negli anni sessanta e negli anni seguenti, fino a tutto il mondo.

Una piccola curiosità riguardo la pizza Margherita è che prende il suo nome dalla Regina Margherita a cui, nel 1889, fu proposta una pizza con pomodoro, mozzarella, origano e olio e, rimasta incantata da quel piatto, il pizzaiolo che l’aveva preparata per lei decise di darle in nome in suo onore.

 

La Val Sesia

Situata in provincia di Vercelli in Piemonte, la Val Sesia è una valle alpina, con un grande afflusso di turisti. Vi è un’atmosfera prealpina, con un clima mite, con un paesaggio spiccatamente verde e costellata di piccoli villaggi.

È il luogo ideale per chi ama la montagna e le passeggiate immersi nella natura, tra boschi, prati e piccoli laghi.